Addio a Mandelbrot, l'uomo che comprese l'infinito

Il 14 ottobre scorso i media italiani non hanno parlato molto della morte di Benoit Mandelbrot, il matematico che rese famoso il concetto di frattale. Non possiamo dire "lo scopritore", dato che nelle sue teorie riprese concetti già noti, ma il suo geniale contributo fu di renderle una possibile spiegazione del tutto.

FioccoL'infinito, quel concetto che la mente umana non comprende e nemmeno visualizza, si potrebbe spiegare benissimo con un frattale. "Una figura geometrica in cui un motivo identico si ripete su scala continuamente ridotta": prendi un'immagine frattale, avvicina lo sguardo, ne vedrai solo una parte, che però sarà identica all'intero. Avvicinati ancora, ne vedrai una frazione ancora più piccola, che resterà uguale alla visione precedente, che era identica all'intero.

Ma allora, anche l'intero iniziale potrebbe essere la versione avvicinata di un intero più grande. E poi ancora. E ancora. Infinito.

La raffigurazione più nota dell'Insieme di Mandelbrot è un fiocco di neve, ma con lo stesso principio di autosimilarità si costruiscono immagini sofisticatissime e impressionanti.

Il matematico Piergiorgio Odifreddi, con il suo stile piacevolmente divulgativo, saluta Benoit Mandelbrot dalle pagine di Repubblica.

FrattaleFrattaleFrattale

Fonte: 
Repubblica

Commenti

Aggiungi un commento

Newsletter

Ti segnaliamo i principali avvisi di sicurezza per Magento e Drupal non appena vengono rilasciati!

Lasciaci la tua email per ricevere le nostre ultime novità e aggiornamenti!

Go to top