Radiografia dell'uso di newsletter e pubblicità via e-mail

Gli utenti italiani di Internet hanno mediamente 2,6 caselle di posta elettronica ciascuno, per complessivi 50 milioni, e scambiano quotidianamente 20 messaggi per un totale di 350 milioni al giorno.

Questi sono i dati base ricavati da una ricerca molto interessante realizzata da Contactlab, leader italiano nei servizi di e-mail marketing, scaricabile dal sito www.contactlab.com. Milioni di utenti, quando ricevono una newsletter o una comunicazione commerciale, e cliccano un link, inconsapevolmente stanno proprio usando i servizi di questa azienda, divisione della web agency Tomato Interactive. Per esperienza diretta possiamo confermare la qualità del servizio. La ricerca si può perciò considerare una fotografia utilissima e attendibile della situazione italiana nei servizi di posta elettronica.

Tra le evidenze più interessanti, il fatto che il 44% degli utenti abbia attivata per default la visualizzazione delle immagini nei messaggi, mentre il 40% dichiara di scaricarle volontariamente quando il client glielo 'chiede' (ognuno lo fa in modo diverso). Solo 15% le rifiuta. Se ne potrebbe dedurre che rimpinzare le newsletter di banner pubblicitari sia una buona idea. Invece la ricerca segnala che "rispetto alla pubblicità sul web, integrata nei contenuti di un editore, l'inserzione pubblicitaria presente in una mail spedita da una mailing list tende ad essere vissuta come un'intrusione".

Insomma, per quanto vi sia un'altissima possibilità che il banner venga visto, la decisione di fare pubblicità via e-mail va presa con attenzione. Questo è solo uno dei tanti aspetti interessanti della ricerca.

Fonte: 
Contactlab

Commenti

Aggiungi un commento

Newsletter

Ti segnaliamo i principali avvisi di sicurezza per Magento e Drupal non appena vengono rilasciati!

Lasciaci la tua email per ricevere le nostre ultime novità e aggiornamenti!

Go to top